«La Regione taglia i fondi allo spettacolo». A rischio teatri, cinema e concerti

Pubblicato su Il Corrieredelmezzogiorno.it del 18 luglio 2013

IL PRESIDENTE GRISPELLO: «CHIEDO UN INCONTRO URGENTE A CALDORO»

Allarme dell’Agis: chiuderanno tante sale». Miraglia: «Stanziati 3 milioni. Non si può più chiedere oltre misura»

NAPOLI – Tagli, riduzioni, sempre meno quattrini. La situazione delle sale cinematografiche, dei teatri, e del settore spettacolo in generale, in Campania si fa dura. «I drastici e inattesi tagli operati dalla Regione alla Legge 6/2007 sul sostegno all’attività degli organismi di spettacolo, che si aggiungono a quelli già operati a livello nazionale sulle risorse del Fus e del Tax credit, rendono disastrosa la situazione di moltissime aziende del settore compromettendone in maniera determinante ed irreversibile il prosieguo delle attività». Parole del presidente dell’Agis (Associazione generale Spettacolo) della Campania, Luigi Grispello. «I tagli – aggiunge Grispello – comporteranno la chiusura di numerose sale e luoghi di spettacolo e il blocco delle attività di produzione teatrale e musicale».

INCONTRO CON CALDORO – L’Agis, annunciando una conferenza stampa per venerdì 19 luglio a Napoli, chiede un incontro urgente con il Presidente della Giunta regionale Caldoro, «nella sua qualità di titolare dello Spettacolo», per ottenere «attraverso un’apposita variazione di bilancio», il reintegro delle risorse tagliate a un settore potenzialmente straordinario volano di sviluppo».

TROMBETTI: «DUE MILIONI PER LE SALE» – A stretto giro il vicepresidente della Regione Guido Trombetti, replica all’allarme lanciato dall’Agis. «Su proposta mia e dell’assessore Miraglia, la giunta regionale ha stanziato 2 milioni di euro per le sale cinematografiche di piccole dimensioni che devono sostituire gli impianti “a pellicola” entro dicembre di quest’anno, come chiede la Commissione Europea. L’intervento – ricorda Trombetti – è stato anche pubblicamente elogiato dal presidente dell’Agis Luigi Grispello».

ASSESSORE MIRAGLIA – A Trombetti si aggiunge l’assessore regionale alla Cultura Cateria Miraglia: «Con la delibera 225 del 12 luglio scorso la giunta ha messo a disposizione 3 milioni e mezzo di fondi Pac ad integrazione dei fondi regionali sulla legge 6 dello spettacolo. Scelta operata per colmare il deficit economico del comparto. L’intervento è stato fortemente voluto da questa amministrazione. La Regione riesce a garantire questo ed altro. Nessuno può chiedere però al pubblico sacrifici oltre misura. Non è più il tempo».

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...